PUNTO-DI-DONNA
    
Prima Pagina Blog Spettacolo Cronaca Arte
Cultura Libri Scuola Sport Opinioni
Centro Storico Fiat museo più popolare su Facebook/Centro-Storico-Fiat1

La Donna che "Amo" è quella che abita accanto. Firmato Alessia Rocco

rocco alessia 2 ROMA - Cinquew.it ha chiesto alle donne italiane un contributo scritto su una figura femminile apprezzata per le sue gesta, il suo coraggio, la sua cultura. Anche non più tra noi. Di seguito l'intervento di Alessia Rocco.
Le donna che amo è quella che probabilmente mi abita accanto, quella che studia con la speranza, sempre accesa, che un giorno ci sia un lavoro ad attenderla da qualche parte nel mondo. Quella che cresce i figli e lavora fuori casa, quella che lavora solo in casa, quella che mette a frutto le proprie capacità intellettuali per fare carriera e realizzare i propri sogni. Mi piace la donna sta dentro ognuna di noi, quella che non si arrende davanti alle difficoltà, che spesso ingoia lacrime e sangue e tira dritto, perché sa che non può permettersi di aspettare che le cose cambino ma si rimbocca le maniche e impasta la terra col sudore del suo lavoro per fare sì che mutino davvero, almeno un poco. La donna che si alza alle sei e prepara il caffè, quella che spalanca le finestre sul cielo ancora scuro, che sveglia i figli, quella che aspetta la baby sitter prima di fiondarsi nel traffico verso un ufficio, in capo al mondo. La donna che coltiva la terra, quella che vende ai mercati generali, quella che insegna ai ragazzi in una scuola, quella che apre la saracinesca di un negozio, quella che appende la laurea al muro e va a rispondere al telefono in un call center. Quella che col primo stipendio vuole regalarsi un viaggio, quella che accudisce un anziano, e quell’anziano forse è suo padre o magari lei è venuta da un paese lontano e i soldi che guadagna li spedisce ai figli, per mandarli all’università. L’umanità, variegata e dolente, raggiante e laboriosa delle donne che non si piegano, che pure se le vedi affrante sai che da qualche parte, in un angolo remoto del loro corpo, sotto la cenere di una sconfitta, brucia il fuocherello del coraggio, che ad un certo punto divampa e nulla può fermarle, neanche la morte… tantomeno la vita.

la donna che amo
Data:  7/6/2013   |    © RIPRODUZIONE RISERVATA            STAMPA QUESTO ARTICOLO            INVIA QUESTO ARTICOLO


RITORNA ALLA HOME PAGE





Prima Pagina Giornale e Contatti Gerenza e Cookie Policy Credits © 2009-2020 - CINQUEW.it