PARLIAMONE
    
HOME Abruzzo Basilicata Calabria Campania Emilia-Romagna
Friuli-Venezia Giulia Lazio Liguria Lombardia Marche Molise
Piemonte Puglia Sardegna Sicilia Toscana Trentino-Alto Adige
Umbria Valle d'Aosta Veneto Documenti Video
Centro Storico Fiat museo più popolare su Facebook/Centro-Storico-Fiat1

IL NUOVO SITO È CINQUEW NEWS

Fuochi pirotecnici, la Guardia di finanza sequestra sei tonnellate di botti
fuochi-dartificio 30/11/2013
COSENZA - “Panzer”, “E io pago”, “Star War”, “Zeus”, quasi a evocare la loro forza dirompente, sono alcuni dei nomi stravaganti delle quasi 6 tonnellate di fuochi pirotecnici di IV e V categoria, corrispondenti a oltre 790.000 pezzi e a 950.000 bocche di fuoco, sequestrati dai finanzieri del Nucleo di Polizia Tributaria di Cosenza in tre depositi ubicati nei comuni di Cerzeto e Torano Castello, in provincia di Cosenza. Proprio in quest'area, le Fiamme Gialle, dopo alcuni giorni di pedinamenti ed appostamenti, hanno individuato i locali, nella disponibilità di tre soggetti della zona, dove era stoccato l’ingentissimo quantitativo di materiale pirotecnico. E' così scattato il blitz che ha permesso di rinvenire, stipate in totale violazione delle norme sulla sicurezza, ben 6 tonnellate di fuochi d'artificio della tipologia fontane, candele, raudi e bengala di produzione cinese, nonché “bombe” artigianali usualmente esplose con appositi mortai, per un valore commerciale di oltre 200.000 euro. Tra l’altro, uno dei depositi di “stoccaggio” si trova a ridosso di un frequentatissimo supermercato, con rischi facilmente immaginabili per l’incolumità delle persone nel caso di scoppio accidentale.
Due dei soggetti sorpresi dal tempestivo intervento dei finanzieri non sono stati in grado di esibire alcuna documentazione che giustificasse tale possesso, mentre un terzo soggetto, benché titolare della prescritta licenza prefettizia, deteneva un quantitativo eccedente di molto quello autorizzato. I tre sono stati segnalati a piede libero alla Procura della Repubblica di Cosenza.
Si tratta del più consistente sequestro di materiale pirotecnico del genere vietato effettuato in Italia nel 2013. Anche quest’anno, dunque, in concomitanza con l’approssimarsi delle festività Natalizie, l’attività della Guardia di Finanza a contrasto della illecita detenzione dei cd. botti di fine anno fa registrare un altro significativo risultato che è l’esito di un più ampio dispositivo operativo predisposto dal Comando Regionale Calabria e dal Comando Provinciale di Cosenza volto ad assicurare ai cittadini festività più tranquille.

Tag: guardia di finanza di cosenza gdf fuochi pirotecnici sequestri in italia tonnellata botti di capodanno
Data:  30/11/2013   |    © RIPRODUZIONE RISERVATA            STAMPA QUESTO ARTICOLO

INVIA QUESTO ARTICOLO
Ultimi Articoli
Terremoto in Umbria 2 gennaio 2017, scossa 4.1 Richter a Campello sul Clitunno
Terremoto in Marche e Umbria, scossa a Castelsantangelo sul Nera
Terremoto in Calabria 29 dicembre 2016, magnitudo 3.4 Richter a Calanna
Terremoto nelle Marche 27 dicembre 2016, magnitudo 3.2 Richter a Muccia
Terremoto nelle Marche 26 dicembre 2016, scossa a Castelsantangelo sul Nera
Terremoto nelle Marche 26 dicembre 2016, magnitudo 3.2 scala Richter a Ussita
Terremoto in Cile 25 dicembre 2016, scossa di magnitudo 7.6 della scala Richter
Terremoto nelle Marche 25 dicembre 2016, scossa 3.2 Richter a Fiordimonte
Terremoto in Abruzzo e Lazio 24 dicembre 2016, scossa 3.2 Richter a Montereale
Terremoto in Abruzzo e Lazio 23 dicembre 2016, scossa 3.1 Richter a Capitignano